Le 12 cause di Poliabortività

di: Mariapia Di Nicola, Medico Chirurgo, Specialista in Ostetricia e Ginecologia

L’ aborto spontaneo viene definito come l’ interruzione della gravidanza prima delle 24 settimane di gestazione e parliamo di poliabortività quando si verificano 3 o piu’ aborti spontanei nel primo trimestre o 2 o più aborti nel secondo trimestre .
L’aborto è la complicanza più frequente della gravidanza, riguarda infatti l’8-15% di tutte quelle diagnosticate e l’ 80% si verifica entro le 12 settimane.
Le cause della poliabortività sono ancora poco chiare, si tratta di una problematica
multifattoriale ma nel 50 % dei casi resta ancora misconosciuta.
La letteratura ha comunque individuato una serie di stati patologici che possono
predisporre la donna ad un aumentato rischio di aborto.

  1. AUMENTATA RESISTENZA ALL’ INSULINA: si tratta di una condizione spesso
    misconosciuta e subclinca in cui i tessuti periferici non riconoscono la molecola
    dell’isulina e ne richiedono un’ ulteriore produzione nonostante ne sia presente una quantità già alta. Questa condizione può comportare un aumentata produzione di androgeni da parte dell’ovaio e di omocisteina, una molecola che può alterare le pareti dei vasi dell’endometrio creando problematiche circolatorie nell’ impianto dell’embrione.
  2. DIABETE: il diabete può diventare un problema se il livelli della glicemia non sono ben controllati poiché si instaura una condizione di iperinsulinemia. Qualora la glicemia è ben controllata il rischio è ridottissimo.
  3. SINDROME DELL’ OVAIO POLICISTICO: in questa patologia possiamo avere un iperinsulimia con resistenza periferica alla stessa e questo può comportare, per i motivi spiegati sopra, un aumento del rischio di aborto.
  4. OBESITA’: viene considerato un fattore di rischio poichè, anche in questo caso,
    possiamo avere un aumento della resistenza all’ insulina ed un aumento degli
    androgeni la cui aumentata concetrazione può alterare la preparazione dell’endometrio e renderlo meno adatto all’ annidamento dell’embrione o al suo sviluppo.
  5. DEFICIT DI PROGESTERONE NELLA FASE POST OVULATORIA: Il progesterone è un ormone fondamentale per la stimolazione dell’ endometrio e l‘ attecchimento dell’embrione. In alcune condizioni come la sindrome dell’ovaio policicstico, nell’ iperprolattinemia o altre condizioni che aumentano l’ LH, il progesterone può non essere prodotto a sufficienza.
  6. IPOTIROIDISMO: Una ridotta funzionalità della tiroide è associata ad aborti ricorrenti, come anche si pensa che anticorpi antitiroide circolanti possano favorire l’ aborto anche se l’ esatto meccanismo non è conosciuto, si pensa possa dipendere da un’ attivazione eccessiva del sistema immunitario.
  7. FUMO DI SIGARETTA: Il fumo riduce i livelli di progesterone facilitando l’ aborto.
  8. ETA’ MATERNA.
  9. ANOMALIE CROMOSOMICHE: Le anomalie cromosomiche sono associate alla maggior parte degli aborti spontanei e sono il 5% delle cause predisponenti.
  10. SETTI UTERINI: Le anomali di forma dell’ utero possono predisporre ad un maggior rischio di aborto. In particolare i setti uterini, avendo una minore
    vascolarizzazione, possono causare più facilmente aborti ricorrenti quando gli embrioni si impiantano sullo stesso a causa di una placentazione alterata.
  11. TROMBOFILIE: Le trombofilie sono una vasta famiglia di patologie in cui alcuni fattori implicati nella coagulazione sono alterati e favoriscono la chiusura di piccoli vasi della placenta impedendo al sangue di passare per nutrire l’ embrione. Le più frequenti sono quelle del fattore II, fattore V, fattore VIII, antitrombina III, anticorpi antifosfolipidi, Lac.
  12. CELIACHIA:La celiachia aumenta il rischio di aborti ricorrenti. Il perché succeda ciò non è stato ancora chiarito ma si è visto che il rischio si riduce se si elimina il glutine dalla dieta.

Riferimenti
http://www.istat.it
http://www.rcog.org
http://www.pubmed.it
http://www.fondazioneserono.it

Se vuoi visitare il sito o chiedere appuntamento alla Dott.ssa Di Nicola clicca sul seguente link https://www.mariapiadinicola.it/

Dott.ssa Mariapia Di Nicola, Medico Chirurgo,
Specialista in Ostetricia e Ginecologia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: